ATTENZIONE (Il tuo browser non supporta filmati Flash, scarica il player).
ATTENZIONE (Il tuo browser non supporta filmati Flash, scarica il player).


La data di oggi: 26/05/2020 22.57

in lavorazione

[Leggi Tutto]

0
Tabella risarcimento Danno Biologico - Micropermanente aggiornata al D.M. 17 luglio 2017

Tabella lesioni lieve entità (micropermanenti) anno 2017


[Leggi Tutto]
Legislazione
venerdì 23 marzo 2012

D.L. Liberalizzazioni approvato dal Parlamento il 22/03/2012

Il testo del DL Liberalizzazioni è stato definitivamente approvato dalla Camera dei Deputati che ha dato il proprio via libera con 365 sì, 61 no e 6 astenuti (426 votanti).

Tra le novità principali ricordiamo:

  • assicurazione auto: sconti a chi fa installare gratuitamente la cosiddetta scatola nera sulla propria auto e a chi accetta di sottoporre il veicolo a ispezione preventiva; introduzione dell'attestato di rischio telematico;
  • banche: obbligo per gli istituti bancari di garantire la gratuità delle spese di apertura e gestione dei conti di pagamento di base destinati all'accredito e al prelievo della pensione del titolare per chi percepisce trattamenti fino a 1500 euro mensili;
  • benzinai: sparisce l'esclusiva della fornitura per gli impianti con marchio della compagnia e viene data la possibilità di vendere prodotti non petroliferi;
  • class action: potrà essere presentata anche per tutelare interessi collettivi e non più solo diritti; 
  • energia: separazione della rete di distribuzione del gas dall'impresa incumbent;
  • IMU sulla Chiesa (sono esclusi ostelli e scuole);
  • farmacie: una ogni 2.882 abitanti;
  • notai: incremento del numero fino a 1.000 entro il 2015;
  • nucleare: velocizzazione delle procedure di smantellamento dei vecchi siti;
  • professioni: eliminazione delle tariffe professionali e obbligo, su richiesta del cliente, di pattuire un compenso (anche non scritto) per l'incarico; obbligo di assicurazione professionale;
  • società tra professionisti: segreto professionale tra soci, obbligo di maggioranza dei soci professionisti nelle decisioni e di assicurazione professionale per responsabilità civile;
  • srl semplificata: gli under 35 potranno aprire una società a responsabilità limitata con atto notarile gratuito ed un capitale di massimo 10mila euro;
  • taxi: saranno Comuni e Regioni a stabilire, quando necessario, l'aumento del numero delle licenze;
  • tribunali per le imprese: ogni regione ne avrà uno con le eccezioni di Lombardia (2), Sicilia (2) e Valle D'Aosta (nessuno, farà capo a quello di Torino).

Per quanto concerle le libere professioni, quale quella degll'avvocato si riporta il seguente l'articolo:

Art. 9.

(Disposizioni sulle professioni regolamentate)

1. Sono abrogate le tariffe delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico.

2. Ferma restando l'abrogazione di cui al comma 1, nel caso di liquidazione da parte di un organo giurisdizionale, il compenso del professionista è determinato con riferimento a parametri stabiliti con decreto del ministro vigilante, da adottarsi nel termine di centoventi giorni successivi alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.

Nello stesso termine, con decreto del Ministro della giustizia di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze sono anche stabiliti i parametri per oneri e contribuzioni alle casse professionali e agli archivi precedentemente basati sulle tariffe. Il decreto deve salvaguardare l'equilibrio finanziario, anche di lungo periodo, delle casse previdenziali professionali.

3. Le tariffe vigenti alla data di entrata in vigore del presente decreto continuano ad applicarsi, limitatamente alla liquidazione delle spese giudiziali, sino alla data di entrata in vigore dei decreti ministeriali di cui al comma 2 e, comunque, non oltre il centoventesimo giorno dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.

4. Il compenso per le prestazioni professionali è pattuito, nelle forme previste dall'ordinamento, al momento del conferimento dell'incarico professionale. Il professionista deve rendere noto al cliente il grado di complessità dell'incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell'incarico e deve altresì indicare i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell'esercizio dell'attività professionale. In ogni caso la misura del compenso è previamente resa nota al cliente con un preventivo di massima, deve essere adeguata all'importanza dell'opera e va pattuita indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi. Al tirocinante è riconosciuto un rimborso spese forfettariamente concordato dopo i primi sei mesi di tirocinio.

 
 
AvvocatoLisetti.it © 2009 • Privacy PolicyTermini d'uso