ATTENZIONE (Il tuo browser non supporta filmati Flash, scarica il player).
ATTENZIONE (Il tuo browser non supporta filmati Flash, scarica il player).


La data di oggi: 26/05/2020 22.39

in lavorazione

[Leggi Tutto]

0
Tabella risarcimento Danno Biologico - Micropermanente aggiornata al D.M. 17 luglio 2017

Tabella lesioni lieve entità (micropermanenti) anno 2017


[Leggi Tutto]
Legislazione
lunedì 21 marzo 2011

Da oggi 21 marzo 2011 in vigore obbligo mediazione

Da oggi, 21 marzo 2011, diventa obbligatoria la mediazione per le controversie in 10 materie:

·                     diritti reali;

·                     divisione;

·                     successioni ereditarie;

·                     patti di famiglia;

·                     locazione;

·                     comodato;

·                     affitto di aziende;

·                     risarcimento del danno derivante da responsabilità medica;

·                     responsabilità da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità;

·                     contratti assicurativi, bancari e finanziari.

In questi casi, la parte che intende agire in giudizio ha l'onere di tentare la mediazione e deve essere all'uopo informata dal proprio avvocato con un documento sottoscritto dall'assistito. Il giudice, qualora rilevi la mancata allegazione del documento all'atto introduttivo del giudizio, informa la parte della facoltà di chiedere la mediazione.

Il decreto milleproroghe ha invece rinviato l'entrata in vigore della mediazione obbligatoria al 21 marzo 2012 in materia di:

·                     condominio;

·                     risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti.

Il procedimento di mediazione ha in ogni caso una durata massima di 4 mesi.

Il mediatore è la persona o le persone fisiche che, individualmente o collegialmente, svolgono la mediazione rimanendo prive, in ogni caso, del potere di rendere giudizi o decisioni vincolanti per i destinatari del servizio medesimo. Il mediatore è un professionista con requisiti di terzietà. L'organismo dove il mediatore presta la sua opera è vigilato dal Ministero della giustizia.

Gli ordini professionali possono costituire organismi di mediazione nelle materie di loro competenza, previa autorizzazione del Ministero della giustizia.

I consigli degli ordini degli avvocati possono istituire organismi presso ciascun tribunale avvalendosi di proprio personale e utilizzando i locali loro messi a disposizione dal presidente del tribunale. Gli organismi degli ordini professionali e delle camere di commercio sono iscritti nel registro del Ministero della giustizia a semplice domanda.

 

 
 
AvvocatoLisetti.it © 2009 • Privacy PolicyTermini d'uso