ATTENZIONE (Il tuo browser non supporta filmati Flash, scarica il player).
ATTENZIONE (Il tuo browser non supporta filmati Flash, scarica il player).


La data di oggi: 10/08/2020 4.55

in lavorazione

[Leggi Tutto]

0
Tabella risarcimento Danno Biologico - Micropermanente aggiornata al D.M. 17 luglio 2017

Tabella lesioni lieve entità (micropermanenti) anno 2017


[Leggi Tutto]
Famiglia
lunedì 10 novembre 2014

Negoziazione assistita nelle separazione e divorzi

NEGOZIAZIONE ASSISTITA NELLA SEPARAZIONE E DIVORZIO

DL sul processo civile: via libera definitivo alle nuove disposizioni

L'aula della Camera ha dato il via libera definitivo alla conversione in legge del decreto sul processo civile. I si' sono stati 317, i no 182, 5 gli astenuti.

Dal 6 novembre 2014 in poi, sarà possibile divorziare senza mai mettere piede in un Tribunale: a patto che non ci siano contenziosi tra marito e moglie, trascorsi comunque i tre anni dal momento della separazione, ci si potra' dire addio davanti al sindaco o dall'avvocato. Lo prevede il decreto in materia di processo civile convertito oggi in legge con il voto finale dell'aula della Camera. Queste le novità in materia:

NEGOZIAZIONE ASSISTITA NELLE CAUSE DI SEPARAZIONE E DIVORZIO. Sono previste convenzioni di negoziazione assistita da avvocati in tema di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio (nei casi di avvenuta separazione personale), di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. La procedura e' possibile sia in assenza che in presenza di figli minori, di figli maggiorenni portatori di handicap grave e di figli maggiorenni non autosufficienti: nel primo caso l'accordo concluso e' vagliato esclusivamente dal Procuratore della Repubblica; nel secondo caso (figli minori o non autosufficienti), al vaglio del PM si aggiunge il possibile passaggio dinanzi al Presidente del Tribunale. L'accordo raggiunto a seguito di negoziazione assistita da avvocati e' equiparato ai provvedimenti giudiziali che definiscono i procedimenti di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

DIVORZIO DALL'UFFICIALE DELLO STATO CIVILE. I coniugi potranno comparire innanzi all'ufficiale dello stato civile del Comune per concludere un accordo di separazione o di scioglimento del matrimonio o di cessazione degli effetti civili o, infine, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. L'assistenza dei difensori non e' obbligatoria. Tale modalita' semplificata e' a disposizione dei coniugi solo quando non vi sono figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti e a condizione che l'accordo non contenga atti con cui si dispone il trasferimento di diritti patrimoniali. Al fine di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni in questione, e' stato previsto un doppio passaggio dinanzi al Sindaco in qualita' di ufficiale di Stato civile a distanza di 30 giorni.

 
 
AvvocatoLisetti.it © 2009 • Privacy PolicyTermini d'uso